Teatro delle Briciole
Informazioni
Teatro al Parco
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Parco Ducale 1,
43100 Parma (IT)
AGENDA
7 Marzo
PER LA GIORNATA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI DELLA DONNA
Aspettando l`8 marzo, un incontro, un aperitivo e due spettacoli. Roberta Biagiarelli mette in sc...
Appuntamenti in agenda (7)
RASSEGNE E FESTIVAL
Dal 26 Ottobre al 13 Marzo
SERATA AL PARCO 2019-2020
Tutte le rassegne e festival (3)
FORMAZIONE
STATI TEATRALI
Laboratori di pratica teatrale a cura di Elisa Cuppini e Savino Paparella
Dal 31 Ottobre al 22 Aprile
SERATA AL PARCO 2015/16
La rassegna di teatro contemporaneo, un itinerario nelle tendenze e nei nuovi linguaggi della scena italiana
Lingue:   

31 ottobre ore 21
Officina del Battagliero
CONCERTO
Erano gli anni ‘30 del Novecento quando nella reggiana Val d’Enza un clarinettista leggendario, Tienno Pattacini, componeva per la sua orchestra un brano di culto, il Valzer del Battagliero: emblema di una musica popolare emiliana, capace di far dialogare folclore e musica colta, insaporendosi di aromi dell’opera verdiana. Al recupero di questo giacimento culturale si è votata l’Officina del Battagliero, che con i suoi sette musicisti fa rivivere ora con autenticità di esecuzione uno stile musicale e una tradizione espressiva che rischiavano di andare perduti.

Alle 19.30 aperitivo di apertura della stagione teatrale in collaborazione con F.lli Galloni Prosciutti di Parma e Tabarro Enoteca

13 novembre ore 21
Marco Baliani / Marche Teatro
TRINCEA
Scritto e interpretato da Marco Baliani
Un’esperienza di immersione fisica dentro la vita della trincea, di trasferimento nel corpo di un anonimo soldato della prima guerra mondiale. Il nuovo spettacolo di Marco Baliani ricerca nei vuoti dell’anima, nella perdita di individualità del soldato-massa, il primo esperimento, in Occidente, di un controllo biopolitico del corpo umano, in forma industriale. In una scena che si ispira a Francis Bacon parole, suoni e immagini restituiscono squarci di esistenze di quella fabbrica di morte  che ha aperto la strada ai tanti totalitarismi del terrore del Novecento.

27 novembre ore 21
CollettivO CineticO
10 MINIBALLETTI
di e con Francesca Pennini
Dal recupero di un vecchio quaderno d’infanzia,  Francesca Pennini elabora un piccolo atlante delle infinite possibilità del movimento corporeo, delle sue valenze multiple, dal contorsionismo all’immaginazione, dall’acrobatica alla danza. Un’indagine della relazione tra scrittura e gesto, coreografia e danza, gioco e fantasia, che diventa riflessione sui confini del controllo, sulla messa alla prova del corpo, strumento di virtuosismo tecnico e improvviso evocatore di vitalità.

IMPERTINENTE
Festival delle figure animate
in collaborazione  con il Castello dei Burattini di Parma
4 e 5 dicembre ore 21 e 22
Coppelia Theatre, CLOCKWORK METAPHYSICS
ore 21.45
Flop, DAL VIVO!
8 dicembre ore 21
DispensaBarzotti, HOMOLOGIA
Segnalazione speciale Premio Scenario 2015

L’immaginario della pittrice surrealista spagnola Remedios Varo viene evocato in sogni e visioni di Clockworck metaphysics. Dal vivo! è un tableau luminoso realizzato dal vivo, a vista. Un dipinto effimero in cui le particelle di luce prendono il posto dei pigmenti e si traducono in un’immagine vivente e fragile  Homologia è una riflessione sull’omologazione e uno studio dell’uomo e della sua condizione, attraverso l’apparizione onirica di un anziano in un paesaggio metropolitano.
   
Aperitivo offerto da Dulcamara.

17 e 18 dicembre ore 21
Teatro delle Briciole
UNA VITA FUORIPOSTO
Ideato e interpretato da Piergiorgio Gallicani
Tratto da Gente di strada di Alessandro Bosi, ed. Battei, 2014*

“Quando bussa alla porta per metterti in strada, la città è un padrone di casa che non avevi messo nel conto”, racconta un senzatetto di Parma al sociologo Alessandro Bosi nella lunga ed emozionante intervista pubblicata nel libro Gente di strada. Da quel testo, dalla sua capacità di rivelare uno sguardo “alieno” su vita, affetti, luoghi che pure vediamo ogni giorno, Piergiorgio Gallicani ha tratto un monologo teatrale che indaga il rapporto tra le persone in difficoltà e i processi di trasformazione degli spazi urbani.

*Una ricerca promossa dalla Fondazione Mario Tommasini Onlus, Parma

15 gennaio ore 21
Fanny & Alexander
KRIMINAL TANGO
Un omaggio a Fred Buscaglione (grassetto sottotitolo)
con Marco Cavalcoli e con l’Orchestrina Bluemotion
Kriminal Tango è il titolo di una celebre canzone di Fred Buscaglione, cantore ironico delle mitologie degli anni ’60 che si reincarna ora in Marco Cavalcoli, protagonista di una impressionante mimesi e insieme cantante e mattatore con l’orchestrina Bluemotion. Un recital pirotecnico, un concerto da avanspettacolo che riscrivendo i testi dell’originale diventa un ritratto straniante e sottile dell’Italia di ieri e di oggi, delle sue illusioni e del suo narcisismo.

29 gennaio ore 21
Societas Raffaello Sanzio/Chiara Guidi
INFERNO: CANTI XIII, XXXIII, XXXIV
Esercizio per voce e violoncello
Voce Chiara Guidi, violoncello Francesco Guerri

Leggere Dante mette in crisi il nostro modo abituale di lavorare sul testo perché, sui versi di Dante, non si  possono scrivere partiture che sospendano il significato delle parole per affidarlo al suono della voce o del violoncello.  Le parole di Dante suonano ancora prima di farsi capire. Non hanno bisogno di noi.  Eppure tra le nostre voci e il testo si crea, comunque, uno spazio.  Lì, allora, abbiamo deciso di fare esercizio per mettere alla prova il violoncello e la voce attraversando, passo dopo passo,  tutti i canti dell’Inferno.
Uno dopo l’altro saranno la nostra scuola. (Chiara Guidi e Francesco Guerri)

7 febbraio ore 21
Ascanio Celestini/Fabbrica
LAIKA
con Ascanio Celestini e Gianluca Casadei alla fisarmonica
In un appartamento di periferia vive un Gesù improbabile, pieno di dubbi e di paure, tornato sulla terra non per redimerla ma per osservarla. Come Edipo, Gesù è cieco, perché la mancanza della vista umana diventa la condizione per acquisire la vera vista. In contrappunto con l’aura popolare e raffinata della fisarmonica di Gianluca Casadei, Celestini indaga le contraddizioni e le incertezze delle religioni nel tempo presente attraverso lo sguardo umanissimo di un Cristo che è “solo sul cuor della terra”.

19 febbraio ore 21
Motus
MDLSX
con Silvia Calderoni
regia Enrico Casagrande e Daniela Nicolò
Mdlsx, alias Middlesex,  è un inno lisergico e solitario alla libertà di divenire, al mescolamento dei generi, all’essere altro dai confini del corpo. Uno “scandaloso” viaggio teatrale di Silvia Calderoni, che dopo dieci anni con Motus si avventura in un esperimento dall’apparente formato del dj/vj set, in cui mixa video e brani musicali,  brandelli autobiografici e manifesti Queer, mettendo al centro della sua esplorazione l’androginia, la ricerca di sé al di là di convenzioni e pregiudizi.

26 febbraio ore 21
Big Action Money
ILLUSIONI
di Ivan Vyrypaev 
traduzione e regia Teodoro Bonci Del Bene

Dal nuovo testo di Ivan Vyrypaev,  41enne attore e drammaturgo russo, la storia di quattro vite che si intrecciano mettendo al centro il tema del tempo e della natura mutevole dei sentimenti. Quattro persone, nel cuore della vecchiaia, scoprono di non sapere chi è la persona con la quale hanno vissuto tutta la vita. Il ritratto di un’umanità spiazzata che si riflette nella percezione degli spettatori, attraverso una sottile trama di ribaltamenti del punto di vista e dello scorrere lineare del tempo.
Degustazione di vino caucasico offerta da Tabarro Enoteca.
Dopo lo spettacolo la compagnia incontra il pubblico, conduce Maria Candida Ghidini, docente di Letteratura russa all’Università di Parma.


5 marzo ore 21
Marta Cuscunà, Giuliana Musso, Antonella Questa / La Corte Ospitale
WONDER WOMAN
Donne, denaro e superpoteri


Perché anche se sei forte come Superman, essere femmina comporta degli svantaggi? Partendo da un`inchiesta di Silvia Sacchi e Luisa Pronzato, tre attrici esplorano il tema dell`indipendenza economica femminile con le armi del teatro d`indagine e dell`ironia. Wonder Woman indaga un mondo fatto di stereotipi di genere, spreco di talenti, crisi della coppia, diritti mancati. Un mosaico a tre voci nel quale si uniscono i talenti e le personalità di Giuliana Musso, Marta Cuscunà e Antonella Questa.

Degustazione offerta da Bio Ceres.
Dopo lo spettacolo le attrici incontrano  il pubblico, conduce Roberta Gandolfi, docente di storia del teatro contemporaneo all’Università di Parma.


10 e 11 marzo ore 21
Teatro Franco Parenti / Sonia Bergamasco
IL BALLO
racconto di scena ideato e interpretato da Sonia Bergamasco
liberamente ispirato a Il ballo di Irène Némirovsky

Dal romanzo scritto nel 1930 da Irène Nèmirovsky, riscrittura moderna di Cenerentola sul rapporto infelice tra una figlia umiliata e una madre ambiziosa, Sonia Bergamasco, Premio Duse 2014, dirige e interpreta un assolo polifonico che dà voce a cinque personaggi  indagando le pieghe più sottili di un’ indagine impietosa dei rapporti familiari: le sofferenze affettive che accompagnano il passaggio all’età adulta, lo scontro drammatico tra vecchi e giovani che non risparmia la cerchia familiare, i risvolti nascosti e i fantasmi interiori adombrati nella giovane protagonista.
Il 10 marzo dopo lo spettacolo Sonia Bergamasco incontra il pubblico, conducono Maria Candida Ghidini, docente di Letteratura russa e Mariolina Bertini, docente di Letteratura francese all’Università di Parma.

19 marzo, dalle ore 22
STATO DI FELICITA’ PERMANENTE
Festa ideata dai Fratelli Dalla Via

Un appuntamento dall’identità mutante:  teatro , sfida a colpi di rap, djset, a conclusione di un laboratorio dominato dal fantasma di Andrea Pazienza. Ecco allora la prima bozza del nuovo spettacolo di Marta Dalla Via, che con cinque rapper vicentini fa rivivere l’indimenticabile Pentothal, ecco una irripetibile freestyle battle veneto-emiliana, e un dj set pervaso da un’aura “bolognese anni ‘70”, quella in cui trovò spazio l’esperienza creativa del mitico Paz.
Si ringrazia Tabarro Enoteca

1 aprile ore 21
Fratelli Dalla Via / La Piccionaia
DRAMMATICA ELEMENTARE   
di e con Marta Dalla Via e Diego Dalla Via
Siamo quello che parliamo. La nostre parole sono la nostra casa, possono mutare pensieri e identità sociale, “Drammatica Elementare” è un esperimento di ludolinguistica fatto di enigmi e tautogrammi (componimenti in cui le parole hanno la stessa iniziale) a servizio di una favola che ha come obiettivo quello di viaggiare dentro l’evoluzione del lessico ed esaltarne la forza ritmica e contenutistica.

8 aprile ore 21
ONT - Osservazione Nuovi Talenti

Caroline Baglioni
GIANNI
Spettacolo vincitore Premio Scenario per Ustica 2015

Angela Demattè
MAD IN EUROPE
Spettacolo vincitore Premio Scenario 2015

La ricerca su un’esperienza esistenziale dolorosa si traduce in Gianni  in scrittura corporea e coreografica, in esplorazione della lingua performativa con cui esprimere la scissione dell’Io.
La crisi dell’idea d’Europa trova espressione nella babele linguistica e interiore di Mad in Europe, nella deriva della sua protagonista in cui naufragano religione, maternità e identità sociale.
Dopo gli spettacoli le attrici incontrano il pubblico, conduce Roberta Gandolfi, docente di storia del teatro contemporaneo all’Università di Parma.

15 aprile ore 21
Compagnie Gare Centrale (Belgio)
CONVERSATION AVEC UN JEUNE HOMME
Ideazione e regia Agnès Limbos
Spettacolo di teatro di figura
Una donna seduta a un tavolo e un giovane uomo che danza in una foresta. Due corpi in piena metamorfosi che si incontrano. Conversano ��" senza parole ��" sulla vita, la morte, la stranezza del mondo. Il loro linguaggio si compone degli oggetti che hanno a portata di mano, oggetti a volte macabri, a volte kitsch, sempre pieni di umorismo e di tenerezza. Per la prima volta Agnès Limbos, nome di spicco del teatro di figura,  fa incontrare in un suo lavoro il linguaggio del teatro d’oggetti e quello della danza.

22 aprile ore 21
Tof Théâtre (Belgio)
SOLEIL COUCHANT
Ideazione, regia, scenografia, interpretazione e marionette Alain Moreau
Spettacolo di teatro di figura
Alain Moreau e il Tof Théâtre  hanno rinnovato il teatro di animazione toccando temi insoliti e giocando ironicamente sulla relazione tra animatore e burattino. E’ quanto accade in questo toccante atto unico: nella dolcezza di un tramonto, alla fine di una giornata di sole, un uomo prepara  con brio la sua ultima opera. Senza parole, ci parla del tempo che passa, di quello che si perde, che si rompe. Un gesto richiama un ricordo, un ricordo trascina un sorriso.



Programma
13 Novembre
Novembre
13
21:00
TRINCEA
Il nuovo spettacolo di Marco Baliani indaga l`alienazio ...
Vedi
27 Novembre
Novembre
27
21:00
10 MINIBALLETTI
La grammatica del corpo è il cuore della danza di Fran ...
Vedi
Dal 17 al 18 Dicembre
Dicembre
17
21:00
UNA VITA FUORIPOSTO
La nuova produzione del Teatro delle Briciole è tratta ...
Vedi
15 Gennaio
Gennaio
15
21:00
KRIMINAL TANGO
Biglietti esauriti. Marco Cavalcoli veste i panni di Fr ...
Vedi
29 Gennaio
Gennaio
29
21:00
INFERNO: CANTI XIII, XXXIII, XXXIV
Chiara Guidi il 28 conduce una pratica teatrale gratuit ...
Vedi
7 Febbraio
Febbraio
7
21:00
LAIKA
In dialogo con la fisarmonica di Gianluca Casadei, Asca ...
Vedi
19 Febbraio
Febbraio
19
21:00
MDLSX
Silvia Calderoni e il suo inno lisergico e solitario al ...
Vedi
26 Febbraio
Febbraio
26
21:00
ILLUSIONI
Con una degustazione offerta da Tabarro Enoteca e un in ...
Vedi
5 Marzo
Marzo
5
21:00
WONDER WOMAN
Biglietti esauriti. Con una degustazione offerta da Bi ...
Vedi
Dal 10 al 11 Marzo
Marzo
10
21:00
IL BALLO
Sonia Bergamasco dirige e interpreta un ritratto affasc ...
Vedi
19 Marzo
Marzo
19
22:00
STATO DI FELICITA` PERMANENTE
Una sfida tra teatro e rap tra Veneto ed Emilia, una fe ...
Vedi
1 Aprile
Aprile
1
21:00
DRAMMATICA ELEMENTARE
Un esperimento di ludolinguistica, un intarsio teatrale ...
Vedi
8 Aprile
Aprile
8
21:00
GIANNI / MAD IN EUROPE
ONT - Osservazione Nuovi Talenti, la finestra del Teatr ...
Vedi
22 Aprile
Aprile
22
21:00
SOLEIL COUCHANT
Secondo appuntamento del focus sul teatro di figura bel ...
Vedi