Teatro delle Briciole
Informazioni
Teatro al Parco
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Parco Ducale 1,
43100 Parma (IT)
AGENDA
1 Ottobre
TRADIMENTI
Una delle opere chiave di Harold Pinter. I tradimenti che avvengono in scena ci spingono a pensar...
Appuntamenti in agenda (6)
RASSEGNE E FESTIVAL
Dal 1 Ottobre al 19 Dicembre
STAGIONE OTTOBRE - DICEMBRE 2021
Teatro di figura, circo, prosa, danza. La nuova stagione del Teatro delle Briciole unisce con n...
Tutte le rassegne e festival (1)
Dal 28 Aprile al 26 Maggio  - 21:15 h.
CINEMA EDISON D'ESSAI
DOC IN TOUR
Un mese di documentari. Storie e vite raccontate con passione e curiosità. Torna la rassegna promossa da Fice, documentaristi emiliano-romagnoli e Fronte del Pubblico
Altre Lingue:     
Programma

28/04/11 ore 21.15

Caserme rosse - Il lager di Bologna


05/05/11 ore 21.15

1514. Le nuvole non si fermano


12/05/11 ore 21.15

Ci provo


19/05/11 ore 21.15

L`isola delle rose


26/05/11 ore 21.15

Raunch girl



Cinque documentari che raccontano altrettanti mondi. Storie e vite che l’occhio del cinema sa restituire con la forza della rivelazione, tra arte e reportage, e condividendo con lo spettatore vicende e sentimenti inediti. Sono i film che andranno in scena al Cinema Edison d’essai tutti i giovedì dal 28 aprile al 26 maggio alle 21.15 nell’ambito di <Doc in tour>, la rassegna di documentari giunta alla quinta edizione e promossa nelle sale d’essai dell’Emilia Romagna da Regione, Federazione Italiana Cinema d’essai dell’Emilia Romagna, D.E.-R. (documentaristi Emilia Romagna) e Fronte del Pubblico.


L’obiettivo è valorizzare il patrimonio culturale e sociale che caratterizza la produzione documentaristica regionale: le opere sono necessariamente dirette da registi emiliano-romagnoli o prodotte da case di produzione emiliano-romagnole o hanno temi che riguardano il territorio regionale.

Si parte il 28 aprile con <Caserme rosse. Il lager di Bologna>, il film di Danilo Caracciolo e Roberto Montanari che ha alzato il velo dell’oblio su una delle vicende più oscure della II Guerra Mondiale in Italia: i dubbi sulla presenza di fosse comuni, il “muro dei fucilati”, storie tragiche e di grande umanità nel ricordo di testimoni diretti che transitarono da Caserme Rosse a Bologna, il più grande e dimenticato campo di  smistamento per rastrellati civili e militari del periodo nazifascista nel nostro Paese (l’appuntamento è realizzato in collaborazione con l`Istituto Storico della Resistenza.

Il 5 maggio con <1541 Le nuvole non si fermano> di Carlotta Piccinini ci si sposta dall’Italia all’Africa per conoscere  una storia di diritti negati, quelli del popolo Sahrawi, originario del Sahara occidentale e in esilio da 35 anni in Algeria, al quale le Nazioni Unite nel 1991 hanno riconosciuto il diritto all’autodeterminazione ma che il Marocco, che occupò militarmente il loro territorio nel 1975, continua a negare. L’appuntamento è in collaborazione con Help for children.

<Io ci provo> di Susanna Pilgrim (12 maggio, nella foto sopra una scena) racconta la vita di Luigi, che pur avendo la sindrome di Down, supera tutte le sfide che il percorso educativo propone a tutti i ragazzi in età scolare fino ad arrivare all’Università di Bologna e diventa il primo studente con deficit intellettuale ad ottenere una Borsa Erasmus per studiare a Murcia.

<L’isola delle rose. La libertà fa paura> di Stefano Bisulli e Roberto Naccari (19 maggio) racconta la vicenda dello stato fondato da un ingegnere milanese su una piattaforna al largo di Rimini nel 1968. Un caso internazionale che nel clima di quegli anni suscitò molti timori, ma anche speranze e sogni.

Chiude la rassegna <Raunch girl> di Giangiacomo De Stefano (26 maggio), storia della ventenne Clara che ha deciso di creare un sito di porno indipendente chiamato naked army. Una storia paradigmatica per certi versi, più che mai attuale, che mostra una deregulation del corpo femminile, una resa incondizionata della donna nei confronti del mercato.

Biglietto unico € 4,50. Informazioni Cinema Edison d’essai tel 0521 964803 begin_of_the_skype_highlighting            0521 964803      end_of_the_skype_highlighting, www.solaresdellearti.it