Teatro delle Briciole
Informazioni
Teatro al Parco
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Parco Ducale 1,
43100 Parma (IT)
AGENDA
TEATRO, LE PRODUZIONI 2021/2022
Sono otto le nuove creazioni in catalogo, tra produzioni e coproduzioni, firmate da Maurizio Berc...
Appuntamenti in agenda (1)
RASSEGNE E FESTIVAL
Dal 1 Ottobre al 19 Dicembre
STAGIONE OTTOBRE - DICEMBRE 2021
Teatro di figura, circo, prosa, danza. La nuova stagione del Teatro delle Briciole unisce con n...
Tutte le rassegne e festival (1)
Dal 25 Febbraio al 2 Marzo  - 21:15 h.
CINEMA EDISON D'ESSAI
IL DISCORSO DEL RE
Il film che ha trionfato agli Oscar: miglior film, miglior attore, miglior regia e miglior sceneggiatura originale. Lunedì 28 riposo
Altre Lingue:     
Domenica 27: doppia proiezione, ore 18.30 e 21.15
Lunedì 28: riposo

IL DISCORSO DEL RE (THE KING`S SPPECH)
Australia, Gran Bretagna 2010, durata 111 minuti
regia Tom Hooper
scenaggiatura David Seidler
con Colin Firth, Guy Pearce, Helena Bonham Carter, Timothy Spall, Geoffrey Rush, Jennifer Ehle, Derek Jacobi, James Currie, Tim Downie, Michael Gambon, Anthony Andrews, Eve Best, Claire Bloom

Basato sulla vera storia di Re Giorgio VI.

Vincitore degli Oscar 2011 nella categoria miglior film, miglior attore protagonista (Colin Firth), miglior regia e migliore sceneggiatura originale
Vincitore del Toronto International Film Festival 2010
Golden Globe per il miglior attore in un film drammatico al protagonista Colin Firth


Dopo la morte di suo padre Re Giorgio V (Michael Gambon) e l`abdicazione di suo fratello Edoardo VIII (Guy Pearce), Bertie (Colin Firth), che soffre da tutta la vita di una forma debilitante di balbuzie, viene incoronato Re Giorgio VI d`Inghilterra. Con il suo paese sull`orlo della II Guerra Mondiale e disperatamente bisognoso di un leader, sua moglie, Elisabetta (Helena Bonham Carter), la futura Regina Madre, organizza al marito un incontro con l`eccentrico logopedista Lionel Logue (Geoffrey Rush). Dopo un inizio burrascoso, i due si mettono alla ricerca di un tipo di trattamento non ortodosso, finendo col creare un legame indissolubile.