Arte
Informazioni
Galleria delle colonne
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Largo Otto Marzo, 9/a
43100 Parma (IT)
AGENDA
30 Gennaio
Disegnare la satira. Talk e proiezione. Altan in conversazione con Sergio Staino e Carlo Verdelli
Auditorium Museo Maxxi Roma
...
Appuntamenti in agenda (13)
COLLEZIONE D'ARTE
Peter Greenaway
Rides
Catalogo Collezione d'arte
COLLEZIONE FOTOGRAFICA
Archivio Roger Corman
Catalogo Collezione fotografica
CATALOGHI
DENNIS OPPENHEIM
Silvana Editoriale
Tutti i Cataloghi
DOCUMENTARI E VIDEO
Super8 Stories
di Emir Kusturica
Catalogo Documentari e Video
PREMIO TRECENTOSESSANTA
BERTRAND TAVERNIER
Tutti i premiati
9 Ottobre - 21:00 h.
CINEMA EDISON D'ESSAI
GIORNATA DEL CONTEMPORANEO
All`Edison la grande coreografa Erna Omarsdottir e la rock band belga Poni raccontati in un film di Pierre Coulibeuf
Altre Lingue:     
In occasione della `Giornata del Contemporaneo`, iniziativa realizzata in tutta Italia da Amaci, l`Associazione dei Musei d`Arte Contemporanea di cui fa parte Solares Fondazione delle Arti, sabato 9 ottobre alle ore 21 al Cinema Edison d`essai verrà proiettato `Crossover` (28`), un film di Pierre Coulibeuf, l`artista francese di cui alla Galleria delle Colonne presso lo stesso Cinema è possibile vedere anche l`installazione-film `The Warriors of Beauty` fino al 31 ottobre (VAI ALLA MOSTRA)
Protagonista di `Crossover` è l`artista islandese Erna Omarsdottir, coreografa e danzatrice tra le più affermate a livello internazionale, che lo sguardo di Coulibeuf proietta nel suo universo immaginifico. Personalità multiforme, Erna combina innocenza e perversione (il suo lato Lolita), eccesso e crudeltà. Un corpo e un volto, i suoi, in costante metamorfosi. Estrema plasticità ed espressività: a volte faccia d`angelo, a volte demoniaca.
Ma nel film la danza di Erna Omarsdottir si intreccia con la musica e le performance di Poni, una rock band belga, in realtà multinazionale per provenienza dei suoi artisti, di cui la stessa Omarsodttir fa parte. Più che di band, bisognerebbe parlare di un collettivo che lavora al confine con diverse discipline, dalla performance alla scrittura alla musica.
Nel film le sequenze che mettono in scena i musicisti/artisti di Poni portano a immaginare un concerto, ma la luce del giorno che li illumina, concepita per il film, una luce priva di effetti teatrali, li `de-realizza` e li immerge in un mondo immaginario. Questo effetto di `de-realizzazione` è rafforzato dall`uso di distanze focali molto lunghe (150 e 300 mm), che danno alle due cantanti, a Erna Omarsdottir e a Kate MacIntosh, un`eccezionale presenza che è quasi irreale. Questa strana situazione dà alla loro musica una tensione e una intensità particolare.

Dopo il film di Coulibeuf, la programmazione del Cinema Edison prevede il film `La passione` di Carlo Mazzacurati.

Informazioni tel 0521 964803, www.solaresdellearti.it