Teatro delle Briciole
Informazioni
Teatro al Parco
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Parco Ducale 1,
43100 Parma (IT)
AGENDA
7 Marzo
PER LA GIORNATA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI DELLA DONNA
Aspettando l`8 marzo, un incontro, un aperitivo e due spettacoli. Roberta Biagiarelli mette in sc...
Appuntamenti in agenda (6)
RASSEGNE E FESTIVAL
Dal 26 Ottobre al 13 Marzo
SERATA AL PARCO 2019-2020
Tutte le rassegne e festival (3)
PRODUZIONI
VAI AL CATALOGO ONLINE
Découvrez tous les productions du Teatro delle Briciole...
Tutte le Produzioni
FORMAZIONE
STATI TEATRALI
Laboratori di pratica teatrale a cura di Elisa Cuppini e Savino Paparella
8 Febbraio - 21:00 h.
TEATRO AL PARCO
SANDOKAN E HISTORY LESSON PART 1 AND 2
I Sacchi di Sabbia da Euripide a Salgari. Tre spettacoli della compagnia pisana: due riletture, di un classico del romanzo popolare d`avventura e di un classico greco, più una performance con pop up. Sabato 8 uno dei primi successi dei Sacchi di Sabbia, una versione culinaria e comicamente domestica delle avventure delle Tigri di Mompracem, e a seguire una performance con pop up, un viaggio negli anni 60 con app e realtà aumentata.
Altre Lingue:     
I SACCHI DI SABBIA DA SALGARI A EURIPIDE

7 febbraio, ore 21
da Euripide

8 febbraio, ore 21
SANDOKAN
da Salgari

ORE 22.15
HISTORY LESSON
Performance con pop up

__________________
SERATA AL PARCO
Proposte di teatro contemporaneo

8 febbraio, ore 21
SANDOKAN
o la fine dell’Avventura
da “Le Tigri di Mompracem” di Emilio Salgari
Scrittura scenica Giovanni Guerrieri con la collaborazione di Giulia Gallo e Giulia Solano
con Gabriele Carli, Giulia Gallo, Giovanni Guerrieri, Enzo Illiano, Giulia Solano
tecnica Federico Polacci
Costumi Luisa Pucci
Produzione I Sacchi di Sabbia/Compagnia Lombardi-Tiezzi  in collaborazione con Teatro Sant’Andrea di Pisa, La Città del Teatro, Armunia Festival Costa degli Etruschi
Con il sostegno della Regione Toscana


La Tigre della Malesia, il sultano-pirata creato nel 1900 da Emilio Salgari, scende dalle navi dei colonizzatori inglesi e dalle isole dell’Oceano Indiano atterra su un umile tavolo da cucina, in un set di ortaggi e mezzelune. Una versione culinaria e domestica delle avventure delle Tigri di Mompracem. Uno dei primi successi dei Sacchi di Sabbia, rivitalizzatori di una scena popolare-colta che intreccia ingegnosamente oggetti e umanità, humour e avventura, quotidianità ed esotismo.
 
Il luogo in cui si svolge l’azione è una cucina: attorno ad un tavolo si raccolgono i quattro personaggi che, indossato il grembiule, iniziano a vivere le intricate gesta del pirata malese. Perno dell`azione è l`ortaggio, in tutte le sue declinazioni: carote-soldatini, sedani-foresta, pomodori rosso sangue, patate-bombe, prezzemolo ornamentale. E poi cucchiai di legno come spade, grattugie come cannoni, una bacinella piena d`acqua per il mare del Borneo, scottex per cannocchiali, e ancora sacchetti di carta, coltellini, tritatutto...Il racconto si affaccia alla mente degli spettatori, per poi esplodere con una frenesia folle che contagia. La cucina è casa di Sandokan, nave dei pirati, villa di Lord Guillonk, foresta malese, spiaggia di Mompracem. Fedele all’ideale di un ironico esotismo quotidiano (Salgari non si avventurò mai oltre l’Adriatico) lo spettacolo �" attraverso la rifunzionalizzazione di semplici oggetti d’uso - è un elogio all’immaginazione, che rischia di naufragare nel blob superficiale dei nostri tempi e al tempo stesso una satira di costume. Piccoli uomini (noi) e i loro grandi sogni si scontrano in un gioco scenico buffo ed elementare. Chi avrà la meglio? 


ore 16.30, 19, 22.15
HISTORY LESSON PART 1 E 2
Il ’68 e il ’69 in due Annali Pop-up 
Ideazione e realizzazione Giulia Gallo, Giovanni Guerrieri
Libri Giulia Gallo
Realtà aumentata a cura di Lajetée
Disegni e animazioni Guido Bartoli
Sound designer Davide Barbafiera
Una produzione Internet Festival/I Sacchi di Sabbia 
con il sostegno della Regione Toscana


Un misterioso raggio alieno ha miniaturizzato i più importanti accadimenti della fine degli Anni Sessanta: questi eventi, così rimpiccioliti, giacciono ora inerti, prigionieri di misteriosi libroni. Alcuni di questi hanno mantenuto la loro forza eversiva, altri sono diventati semplici giocattoli: lo spettatore/visitatore sfogliandoli, potrebbe scatenare il loro potere rivoluzionario e cambiare per sempre la Storia.
Questo piccolo espediente fantascientifico è il pretesto per un viaggio nel tempo che I Sacchi di Sabbia intentano con la tecnica dei libri pop-up, qui declinata in forma interattiva: grazie infatti ad una app che ciascun visitatore potrà scaricare sul proprio dispositivo elettronico, sarà possibile accedere alla realtà aumentata, altrimenti invisibile.  
Nasce così uno spettacolo emozionante, tecnologico e artigianale al tempo stesso, che ha il sapore di un antico percorso iniziatico.

La performance �" la cui durata è circa 30’ - sarà fruita in piedi, da un numero limitato di spettatori. 
Ogni spettatore dovrà essere munito del proprio dispositivo elettronico, con auricolare: senza non sarà possibile fruire pienamente dello spettacolo.

Altri
26 Ottobre
CONFERENZA DEL TERZO TIPO
Una no-stop di performance, letture e installazioni tra...
Vedi
23 Novembre
IL GIARDINO DEI CILIEGI. TRENT’AN...
La Compagnia Kepler-452 stringe in un imprevedibile leg...
Vedi
1 Febbraio
IL MISANTROPO
Massimo capolavoro di Molière, riletto dal regista Ton...
Vedi
7 Febbraio
ANDROMACA
I Sacchi di Sabbia da Salgari a Euripide. Tre spettacol...
Vedi
7 Marzo
PER LA GIORNATA INTERNAZIONALE DEI ...
Aspettando l`8 marzo, un incontro, un aperitivo e due s...
Vedi
13 Marzo
WALTER. I BOSCHI A NORD DEL FUTURO
In un’Europa del futuro fatta di città sovrappopolat...
Vedi