Teatro delle Briciole
Informazioni
Teatro al Parco
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Parco Ducale 1,
43100 Parma (IT)
AGENDA
1 Ottobre
TRADIMENTI
Una delle opere chiave di Harold Pinter. I tradimenti che avvengono in scena ci spingono a pensar...
Appuntamenti in agenda (6)
RASSEGNE E FESTIVAL
Dal 1 Ottobre al 19 Dicembre
STAGIONE OTTOBRE - DICEMBRE 2021
Teatro di figura, circo, prosa, danza. La nuova stagione del Teatro delle Briciole unisce con n...
Tutte le rassegne e festival (1)
Dal 5 al 17 Febbraio
CINEMA EDISON D'ESSAI
IL FIGLIO DI SAUL
Terza settimana di programmazione per il film dell`ungherese Laszlo Nemes sulla Shoah, che ha vinto il Gran Premio della Giuria a Cannes, il Golden Globe ed è candidato all`Oscar come miglior film straniero.
Altre Lingue:     
Mercoledì 27 gennaio, ore 21.15 (v.o. con sottotitoli, rassegna “Panorama”)
Venerdì 5 febbraio, ore 21.15 (v.o. con sottotitoli)
Sabato 6 febbraio, ore 16.30, 19, 21.15 (versione italiana)
Domenica 7 febbraio, ore 16.30 e 19 (versione italiana), ore 21.15 (v.o. con sottotitoli)
Martedì 9 febbraio, ore 21.15 (v.o. con sottotitoli)
Mercoledì 10 febbraio, ore 21.15 (versione italiana)
Venerdì 12 febbraio ore 21.15 (v.o. con sottotitoli)
Sabatao 13 febbraio, ore 17, 19, 21.15 (versione italiana)
Domenica 14 febbraio, ore 16.30, 19, 21.15 (versione italiana)
Lunedì 15 febbraio,ore 21.15 (v.o. con sottotitoli)
Martedì 16 febbraio, ore 21.15 (v.o. con sottotitoli)
Mercoledì 17 febbraio, ore 21.15 (versione italiana)

IL FIGLIO DI SAUL
(Ungheria, 2015, 107’)
Regia di Laszlo Nemes

Protagonista del film è Saul Ausländer (Géza Röhrig), membro dei Sonderkommando di Auschwitz, i gruppi di ebrei costretti dai nazisti ad assisterli nello sterminio degli altri prigionieri. Mentre lavora in uno dei forni crematori, Saul scopre il cadavere di un ragazzo in cui crede di riconoscere suo figlio. Tenterà allora l’impossibile: salvare le spoglie e trovare un rabbino per seppellirlo. Ma per farlo dovrà voltare le spalle ai propri compagni e ai loro piani di ribellione e di fuga.