Teatro delle Briciole
Informazioni
Teatro al Parco
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Parco Ducale 1,
43100 Parma (IT)
AGENDA
TEATRO, LE PRODUZIONI 2021/2022
Sono otto le nuove creazioni in catalogo, tra produzioni e coproduzioni, firmate da Maurizio Berc...
Appuntamenti in agenda (3)
RASSEGNE E FESTIVAL
Dal 1 Ottobre al 19 Dicembre
STAGIONE OTTOBRE - DICEMBRE 2021
Teatro di figura, circo, prosa, danza. La nuova stagione del Teatro delle Briciole unisce con n...
Tutte le rassegne e festival (1)
FORMAZIONE
UN UNICO DANZARE
Un percorso per imparare a stare vicini. Progetto tra teatro, danza e arte per bambini dai 3 an...
Dal 30 Novembre al 1 Dicembre
TEATRO AL PARCO
IL PAESE DEI CIECHI
La percezione della propria diversità quando ci si trova in un nuovo gruppo sociale è un tema molto presente nel lavoro del regista italo-francese Nino D’Introna, ed è al centro di questo spettacolo musicato dal vivo con il rock ipnotico dei Supershock. Il testo è tratto da un classico della letteratura fantascientifica che racconta l’arrivo di uno straniero in un paese abitato da ciechi, il suo tentativo di impadronirsene, e lo scacco di una accettazione mancata da parte della comunità.

Altre Lingue:     
30 novembre ore 11 �" in lingua francese senza sopratitoli
1 dicembre ore 10 e 21 �" in lingua italiana

TNG - Théâtre Nouvelle Génération Centre Dramatique National Lyon
IL PAESE DEI CIECHI
ispirato al racconto di Herbert George Wells
testo e regia Nino D’Introna
con Nino D’Introna
musica originale dal vivo Supershock (Paolo Cipriano e Valentina Mitola)
dagli 11 anni

La compagnia TNG di Lione torna con una nuova produzione, riallestimento di un successo del 1992, ispirata ad un classico della letteratura fantascientifica come Il paese dei ciechi di H.G. Welles.
In una valle tagliata fuori dal mondo da diverse generazioni, l`arrivo di uno sconosciuto turba la pace di un piccolo paese i cui abitanti sono completamente ciechi. Lo straniero, accolto dagli indigeni con stupore e meraviglia, pensando di essere superiore agli altri perché in grado di vedere, tenta di impadronirsi del paese. Curiosamente, in una società in cui prevalgono altri valori, i suoi occhi non possono aiutarlo. Al termine di una profonda riflessione dovrà scegliere se essere rifiutato dalla comunità o diventare come loro. Attraverso la struttura del racconto, dotato di una forte coerenza filosofica, drammaturgica e teatrale, Nino D`Introna, regista ed interprete dello spettacolo, allestisce un’accattivante messa in scena sulla relatività del potere. In una narrazione solitaria sul palco e attraverso un vorticoso virtuosismo teatrale, si confronta con il pubblico invitandolo, con gli stessi strumenti dei ciechi protagonisti della storia, ad immaginare ogni elemento presente nel racconto. Come unico accompagnamento la musica del gruppo rock Supershock che, per questo spettacolo, ha composto una musica particolare: particolarmente ipnotica e che verrà eseguita dal vivo. La messa in scena è continuamente immersa in un’atmosfera fumosa, di penombra, che rinforza il senso di instabilità del personaggio dello straniero che, nonostante la possibilità di vedere, è perduto e continua, nel susseguirsi della storia, ad avanzare a tentoni.
Scrive Nino D’Introna:“Questo spettacolo è come uno specchio che pone il pubblico di fronte a se stesso. Tutti si identificano con il personaggio. Senza andare nella terra dei ciechi, quando si viaggia all`estero o quando ci si trova in un nuovo gruppo sociale, ci poniamo delle domande, ci si sente diversi, si percepiscono gli altri come diversi da sé..” Come nel precedente spettacolo Terres!, il tema della relatività come questione filosofica costituisce il nucleo su cui si è costruita la drammaturgia, così come spiega il regista: “Da Einstein a H.G. Wells ho trovato meraviglioso che una storia ci mostri fino a che punto, nella medesima situazione, le cose possano assumere un valore differente. Questa idea della relatività è molto presente nel mio lavoro, attraversa tutte le storie che racconto, che si tratti di potere, di territorio, di non vedenti ...”

Altri
23 Novembre
PINOCCHIO
In anteprima nazionale al Festival Zona Franca il nuovo...
Vedi
23 Novembre
FINALE DEL PREMIO SCENARIO
In scena gli otto progetti finalisti del premio rivolto...
Vedi
24 Novembre
AGE
Nove ragazzi tra i 16 e i 19 anni compongono il raccont...
Vedi
Dal 24 Novembre al 30
FORESTA BLU
Uno spettacolo-installazione in cui ci si rifà al Kami...
Vedi
25 Novembre
LA PECORA NERA
Teatrodistinto torna a interrogarsi sul tema della dive...
Vedi
Dal 27 Novembre al 30
IL VIAGGIO OVVERO UNA STORIA DI DUE...
Due vecchi intraprendono un viaggio per raggiungere a p...
Vedi
Dal 27 al 28 Novembre
CENERENTOLA
Ispirandosi alla fiaba classica lo spettacolo ambienta ...
Vedi
Dal 27 Novembre al 5
IL TEATRO NEI LIBRI
Tre nuovi studi sulle pratiche e le culture teatrali, t...
Vedi
Dal 2 al 03 Dicembre
LA BAMBINA DEI FIAMMIFERI
La storia immortale della bambina dei fiammiferi creata...
Vedi
7 Dicembre
IDENTITA`
Ispirato al libro omonimo dello scrittore franco-libane...
Vedi
8 Dicembre
STORIE VERE E MENO VERE DAGLI ABISS...
Ispirandosi al racconto Il colombre di Dino Buzzati, ch...
Vedi