Teatro delle Briciole
Informazioni
Teatro al Parco
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Parco Ducale 1,
43100 Parma (IT)
RASSEGNE E FESTIVAL
Dal 5 Novembre al 26 Aprile
UN POSTO PER I RAGAZZI 18.19
Tutto il programma della nuova stagione di teatro per le scuole
PRODUZIONI
VAI AL CATALOGO ONLINE
Découvrez tous les productions du Teatro delle Briciole...
Tutte le Produzioni
FORMAZIONE
STATI TEATRALI
Laboratori di pratica teatrale a cura di Elisa Cuppini e Savino Paparella
4 Maggio - 21:15 h.
CINEMA EDISON D'ESSAI
RISORSE UMANE
Nell`ambito del Festival dei diritti umani, uno dei pochi film che ha saputo parlare della durezza della fabbrica, del conflitto padri-figli, del passaggio di epoca che stiamo vivendo
Altre Lingue:     
Risorse umane
regia Laurent Cantet
con Jalil Lespert, Jean-Claude Vallod, Chantal Barre`, Veronique De Pandelaere, Michel Begnez, Lucien Longueville, Danielle Melador, Pascal Semard, Didier Emile Woldemard, Francoise Boutigny, Felix Cantet, Marie Cantet, Stephane Tauvel
(Francia 1999, 100`)

Da poco laureatosi a Parigi in economia aziendale, il giovane Frank torna nella natia cittadina della Normandia. Qui lo aspetta una stage dirigenziale nella fabbrica dove ormai da trent`anni il padre Jean Claude lavora come operaio. L`argomento principale attualmente in discussione è quello della riduzione dell`orario di lavoro a 35 ore. Ben accolto dai dirigenti e in particolare dal direttore Rouet, Frank riceve l`incarico di predisporre un questionario sull`applicazione delle 35 ore da sottoporre a tutti i dipendenti. La signora Arnoux, rappresentante dei sindacati, afferma che tale azione è illegale e invita il personale a boicottarla. Ricevuta assicurazione sul corretto uso delle risposte, Frank riesce a farlo distribuire. Una sera Frank si siede per caso al computer del dirigente Chambonne e vede già pronta una lettera di licenziamento da inviare ad un certo numero di operai, tra i quali suo padre. Frank rivela la cosa all`operaio Alain, poi si sfoga violentemente con il direttore, quindi la sera lo comunica al padre. Durante la notte entra in direzione, stampa copia della lettera e la espone sulla porta di ingresso. Licenziato dopo questa iniziativa, Frank si schiera a fianco degli operai che danno il via ad azioni di protesta. Al termine di una riunione, i sindacati decidono di boicottare la produzione. In fabbrica Frank vede il padre che non vuole partecipare alla protesta e lo offende con frasi pesanti. Alla fine gli operai occupano la fabbrica. Frank decide di tornare a Parigi. Ma prima chiede ad Alain: "Qual è il tuo posto?".