Teatro delle Briciole
Informazioni
Teatro al Parco
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Parco Ducale 1,
43100 Parma (IT)
AGENDA
LES PRODUCTIONS DU TEATRO DELLE BRICIOLE
Une présentation des productions réalisées dans la saison 2021/2022 et disponibles pour la dif...
Appuntamenti in agenda (13)
RASSEGNE E FESTIVAL
Dal 15 Giugno al 2 Agosto
ARENA TEATRO AL PARCO 2022
La rassegna estiva realizzata al Parco Ducale di Parma dal Teatro delle Briciole Solares Fondaz...
Tutte le rassegne e festival (1)
18 Luglio - 21:30 h.
ARENA TEATRO AL PARCO
YAKOUBA E IL LEONE
Silvia Scotti ci fa incontrare la cultura Masai con una antica e struggente storia di iniziazione. Un ragazzo solo di fonte a una prova di coraggio da cui dipenderà il suo futuro
Altre Lingue:     
Arena Teatro al Parco
18 luglio, ore 21.30
YAKOUBA E IL LEONE
per adulti e bambini da 5 anni

Di e con Silvia Scotti
Maschere e oggetti di scena Angela Pezzi
Sedia Donatello Galloni
Costumi: Loretta Ingannato, Angela Pezzi

Si ringrazia il Teatro due Mondi per il sostegno
e la supervisione artistica del progetto.

Spettacolo finalista al premio “Italia dei Visionari 2021”,
unico nel genere Teatro ragazzi.

 “Non saranno né la lancia né i sassi a renderti più forte del leone,
sarà il tuo coraggio a fare la differenza

YAKOUBA E IL LEONE è una una storia di iniziazione che trae i suoi riferimenti dalla cultura Masai e si allarga nello sforzo di raccontare le difficoltà e gli ostacoli che si incontrano nel percorso per diventare grandi.
“Esprimi il tuo desiderio perché dove c’è sogno c’è sempre realtà”, questa è la frase che tutt’ora viene consegnata ai giovani nei villaggi, nel centro dell’Africa, prima di essere ammessi alla vita adulta.
Il protagonista, come tanti altri coetanei desidera diventare guerriero e per raggiungere il suo desiderio “si mette in cammino”.


LA STORIA:

È un giorno importante al villaggio, intorno ai ragazzi, seduti immobili, incalzano i preparativi per una grande festa. I ragazzi sono in attesa, ognuno di loro desidera diventare guerriero valoroso e rispettato. Aspettano che il “clan degli anziani” affidi loro una prova e solo chi riuscirà a superarla diventerà guerriero.
Inizia per il protagonista un viaggio solitario nella foresta: scopre i rumori della notte, l’inquietudine del buio, la ferocia degli animali; deve cercare un leone e lottare con lui per dimostrare a tutti il suo coraggio, ma il leone che incontra è già ferito. Può ucciderlo e diventare un guerriero agli occhi dei compagni, o accettare il patto di alleanza che il leone gli propone.
Questa storia ha molti ingredienti in comune con le fiabe tradizionali: la dimensione del rito; l’eroe (il protagonista) che vuole acquisire un ruolo utile per la sua comunità; la figura del mentore (il nonno), che fra gli anziani del villaggio accompagna il protagonista; le prove da superare; l’incontro con l”altro”; l’antagonista (il leone); il confronto con la paura che fa scoprire risorse e capacità e il tema della scelta individuale. Di questi ingredienti non sono rimaste molte tracce nei percorsi di crescita dei ragazzi di oggi.
Proprio per questo motivo lo spettacolo può incantare e colpire un giovane pubblico fatto di ragazzi e ragazze che desiderano “diventare grandi”, non sanno come fare e acquisiscono sempre più in ritardo rispetto al passato autonomie e responsabilità, perché manipolati dai media o immersi in dinamiche complesse con gli adulti di riferimento. I giovani spettatori possono immedesimarsi nella sfida del protagonista: compiere una scelta, rinunciare al proprio desiderio e affrontarne le conseguenze.
Si diventa guerrieri uccidendo senza fatica un leone già ferito?
Qual’è l’azione che davvero dimostra coraggio?
Il protagonista mette a rischio il proprio desiderio, sicuro che “dove c’è sogno ci sia sempre realtà”.

L’attrice in scena narra la storia divertendosi a “mostrare” differenti personaggi. L’utilizzo essenziale della parola lascia spazio all’azione e alle immagini che vengono create.
La maschera permette di dare corpo e voce alla presenza degli animali.
Lo stile essenziale della scena lascia al pubblico la possibilità di entrare nel racconto e immaginarne i particolari.

--------------------------
LABORATORIO
Il laboratorio si svolge al Castello dei Burattini, in Via Melloni 3/A.

18 luglio, ore 17
GRIS-GRIS
Laboratorio di amuleti, a cura di Silvia Scotti
per bambini da 5 anni
Costo: € 10,00 incluso lo spettacolo Yacouba e il leone


Altri
3 Luglio
INTERSEZIONI/NEXT GENERATION
Una no stop di short formats di danza. Balletto Civile,...
Vedi
4 Luglio
CAMBIO DATA - IL LUPO E LA CAPRA
Slitta al 4 luglio lo spettacolo di rodisio per adulti ...
Vedi
11 Luglio
HÄNSEL E GRETEL
Una fiaba celebre diventa esperienza e cammino condivis...
Vedi
13 Luglio
UN ANATROCCOLO IN CUCINA
Bolle di sapone, musica creata coi bicchieri, clownerie...
Vedi
15 Luglio
MOKOOMBA
In collaborazione con Ahymé Festival, l`afrobeat e l`a...
Vedi
20 Luglio
ADAM KROMELOW - GENESIS PIANO PROJE...
I capolavori dei Genesis arrangiati per pianoforte a co...
Vedi
Dal 21 al 22 Luglio
TEATRI MOBILI
Una nuova piazza sorge, per due giorni, accanto al Teat...
Vedi
25 Luglio
BANDITA
Silvio Gioia introduce nell’antico mondo del teatro d...
Vedi
26 Luglio
DOG DAYS
La fuga di tre malviventi tra stop motion, animazione v...
Vedi
Dal 1 Agosto al 2 Luglio
VIVO IN UNA BOLLA
C`è una bolla, e dentro questa bolla vive una donna, i...
Vedi
Dal 1 al 08 Settembre
CALL PER IL PROGETTO CREATURE ARTIF...
Se hai tra 15 e 21 puoi partecipare, dall`1 all`8 sette...
Vedi