Cinema
Informazioni
Cinema Edison
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Largo Otto Marzo, 9/a
43100 Parma (IT)
AGENDA
Dal 14 al 15 Ottobre
APOCALYPSE NOW – FINAL CUT
di Francis Ford Coppola
...
Appuntamenti in agenda (23)
3 Novembre
CINEMA EDISON
SCHERZA CON I FANTI
Di G. Pannone e A. Sparagna
Altre Lingue:     

 all`interno del Parma Film Festival

Un tour tragicomico nella recente storia del nostro popolo. Una canzone di pace. Il film è uno sguardo all’indietro, che parte dall’Unità d’Italia e giunge ai giorni nostri, alla scoperta del rapporto aspro ma spesso anche ironico che gli italiani hanno con i militari e con il potere. Storie private si intrecciano con la memoria collettiva di un popolo.

Scherza con i fanti, presentato nelle Giornate degli autori a Venezia, tratta il tema della guerra, della  percezione nella cultura popolare, del rapporto degli italiani con il potere. Pannone, coadiuvato  dall`intervento musicale di Sparagna - che cofirma la pellicola -, sfrutta la ricerca d`archivio su cui si fonda il lavoro di montaggio quasi come un pretesto per la rilettura in chiave antropologica di un senso di appartenenza culturale. Il film combina le preziose immagini dell`Archivio Luce, con i canti popolari e con quattro diari: quello di un soldato del Regno d’Italia, quello di un combattente in Etiopia nel 1935, quello di una partigiana e quello di un sergente della Marina militare in Kosovo. Il regista ci offre un’occasione di riflessione che non cade nella retorica pacifista sul senso (o non senso) della guerra. Oltre alle pagine di diario, Pannone utilizza anche la testimonianza dell’intellettuale Ferruccio Parazzoli, abitante di Piazzale Loreto, dove furono esposti i cadaveri di Mussolini e dei suoi sodali. Una pagina di storia controversa, tragica. Come ben mostrano le immagini di repertorio. A fare da contrappunto a queste narrazioni abbiamo Pulcinella: burattino che sintetizza, nella sua arguta semplicità, la reazione della gente comune alla violenza e alla morte. Tra un racconto e l’altro Ambrogio Sparagna inserisce canti e musiche popolari, a cui si contrappongono le immagini del panorama attuale italiano: monumenti ai caduti, sacrari militari e vasti cimiteri dove ancora sono sepolti i corpi di soldati italiani e stranieri caduti durante le due guerre mondiali. ([email protected])

Altri
16 Novembre
ROTTA CONTRARIA
Alla presenza del regista Stefano Grossi
Vedi
Dal 18 Novembre al 20
MARRIAGE STORY
di Noah Baumbach
Vedi