Teatro delle Briciole
Informazioni
Teatro al Parco
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Parco Ducale 1,
43100 Parma (IT)
RASSEGNE E FESTIVAL
Dal 26 Ottobre al 23 Novembre
SERATA AL PARCO 2019-2020
NEL TEMPO SOSPESO FINO AL 30 NOVEMBRE 2019
Tutte le rassegne e festival (4)
PRODUZIONI
VAI AL CATALOGO ONLINE
Découvrez tous les productions du Teatro delle Briciole...
Tutte le Produzioni
FORMAZIONE
STATI TEATRALI
Laboratori di pratica teatrale a cura di Elisa Cuppini e Savino Paparella
24 Novembre - 16:30 h.
TEATRO AL PARCO
WOW
Questa storia è un gioco di parola. Una danza a tre lettere che non devono essere lette. È uno scherzo fatto alla lingua scritta. La W e la O: due lettere, due segni, due pezzi di mondo, indispensabili uno all’altro per conoscersi e per raccontarsi.
Altre Lingue:     

24 novembre ore 16.30
Teatro delle Briciole 
WOW
regia Beatrice Baruffini
con Giulia Canali e Alessandro Maione
collaborazione alla drammaturgia Riccardo Reina
realizzazione scene Andrea Bovaia
musiche originali e ambienti sonori Dario Andreoli
ideazione luci Emiliano Curà
costumi Patrizia Caggiati
voce fuori campo Claudio Guain
produzione Teatro delle Briciole
dai 3 anni (e per chi legge, facilmente, tra le righe)
 
«Io spero che il libretto possa essere ugualmente utile a chi crede nella necessità che l’immaginazione abbia il suo posto nell’educazione; 
a chi ha fiducia nella creatività infantile; a chi sa quale valore di 
liberazione possa avere la parola».
(Gianni Rodari, Grammatica della fantasia) 

In Grammatica della Fantasia, Gianni Rodari propone una serie di esercizi per allenare l’immaginazione dei più piccoli. La prima parte del trattato, probabilmente la più importante e articolata raccolta di suggerimenti per giocare con le parole e dare al gioco il giusto peso nel quotidiano, è quella che più si riferisce alla materia letterale su cui è possibile agire “di fantasia”: la grammatica e la scrittura. Sono proprio le parole che fanno da terreno, ispirazione, materia, e meglio ancora, sono le parole il materiale su cui Rodari agisce, leggendole, tagliandole, moltiplicandole, scardinandole, prendendole in giro, come solo un maestro, che ben conosce le regole e ha capito come infrangerle, può permettersi di fare.

Questa storia è un gioco di parola. Una danza a tre lettere che non devono essere lette. Una scomposizione grafica per emozioni. Un componimento di segni dello stupore. È uno scherzo che abbiamo fatto alla lingua scritta. È un invito alla pratica costante dell’arte dell’immaginazione ispirata al reale grammaticale.

Wow nasce scavalcando i confini e le regole, supera le convenzioni, scardina quello che tutti credevamo di sapere ed è dedicata ai più piccoli, che ancora possono prendersi il lusso di prendere la scrittura poco sul serio.

Altri
3 Novembre
GIANNI E IL GIGANTE
Terzo capitolo della trilogia Storie sulle spalle, di c...
Vedi
10 Novembre
L`OSPITE
In una casa arriva un gallo, che porta nell’ambiente ...
Vedi
17 Novembre
IL PIÙ FURBO
Per bambini dai tre anni. A volte chi si crede il più ...
Vedi