Arte
Informazioni
Galleria delle colonne
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Largo Otto Marzo, 9/a
43100 Parma (IT)
AGENDA
GUIDO HARARI - WALL OF SOUND
La mostra al Museo Rossini di Pesaro...
Appuntamenti in agenda (13)
COLLEZIONE D'ARTE
Peter Greenaway
Rides
Catalogo Collezione d'arte
COLLEZIONE FOTOGRAFICA
Archivio Roger Corman
Catalogo Collezione fotografica
CATALOGHI
DENNIS OPPENHEIM
Silvana Editoriale
Tutti i Cataloghi
DOCUMENTARI E VIDEO
Super8 Stories
di Emir Kusturica
Catalogo Documentari e Video
PREMIO TRECENTOSESSANTA
BERTRAND TAVERNIER
Tutti i premiati
IN QUESTO MONDO
Miglior documentario a Italiana.doc al Festival del Cinema di Torino
Altre Lingue:     

"Un film immersivo che rende le immagini corporee e ci contagia con i segni di un rapporto vivo e appassionato al mondo", questo il commento che ha accompagnato la premiazione del film, IN QUESTO MONDO, della regista Anna Kauber, prodotto da Solares Fondazione delle Arti e Aki Film.


Il documentario racconta la vita delle donne pastore in Italia ed è il risultato di un viaggio di più di due anni,

di circa 17,000 km percorsi e di 100 interviste rivolte a donne di età compresa tra i 20 e i 102 anni. La

figura del pastore, nell`immaginario e nella simbologia più diffusa, è sempre stata associata al genere

maschile. Ma il settore dell`allevamento ovi caprino si sta femminilizzando, sempre più donne scelgono di

svolgere questo lavoro tradizionalmente patriarcale.

Le donne pastore impegnate quotidianamente nella loro attività vivono spesso sole, ma anche con

compagni e con la loro famiglia, pienamente coinvolte nelle attività sociali e economiche della comunità in

cui vivono. Il film racconta queste donne attraverso la personale esperienza della regista che ha vissuto con

loro per qualche giorno, immergendosi intimamente e profondamente nella loro quotidianità. I legami di

amicizia e affetto che si sono creati sono diventati dunque la linea narrativa, intima e spontanea, che ci

introduce alle motivazioni delle protagoniste, alle difficoltà incontrate e alle soddisfazioni ricavate. Il

documentario è quindi la rappresentazione di questo insolito mondo, dove il distintivo approccio

femminile implica il prendersi cura degli animali, e tutelarne la straordinaria biodiversità e insieme a

questo, preservare i maestosi paesaggi italiani d`alta quota.