erotische geschichten relatos eroticos kacak iddaa hilbet betist tipobet365 giris tipobet365
Solaresdellearti.it :: Teatro delle Briciole, Cinema Edison d'essai. Solares Fondazione delle arti.
Teatro delle Briciole
Informazioni
Teatro al Parco
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Parco Ducale 1,
43100 Parma (IT)
AGENDA
Dal 28 al 29 Dicembre
IL VIAGGIO OVVERO UNA STORIA DI DUE VECCHI
Un omaggio a Tonino Guerra. Dai 3 anni. Due vecchi fanno a piedi il viaggio di nozze fino al mare...
Appuntamenti in agenda (34)
RASSEGNE E FESTIVAL
Dal 7 Dicembre al 27 Aprile
PUNTA AL PARCO, ECCO LA NUOVA RASSEGNA PER I TEENAGERS
Parte il 7 dicembre il nuovo calendario di appuntamenti del Teatro delle Briciole dedicato agli...
Tutte le rassegne e festival (4)
PRODUZIONI
VAI AL CATALOGO ONLINE
Découvrez tous les productions du Teatro delle Briciole...
Tutte le Produzioni
FORMAZIONE
STATI TEATRALI
Laboratori di pratica teatrale a cura di Elisa Cuppini e Savino Paparella
30 Marzo - 21:00 h.
TEATRO AL PARCO
VENTI CONTRARI
Nella Cagliari del secondo dopoguerra due artiste, Giuseppina e Albina Coroneo, realizzano pupazzi di struggente bellezza che ricreano la tradizione sarda in nuova poesia. La compagnia Is Mascareddas li riproduce e li trasforma ora in teatro, conferendo loro il soffio della vita. In un paesaggio solitario di forte impatto visivo, i pupazzi evocano la condizione umana dopo una catastrofe. Due animatrici li accompagnano, con movimenti minimi ma di acuta intensità emotiva, nel loro tentativo, difficile ma ostinato, di riprendersi la vita.
Altre Lingue:     
IMPERTINENTE
Festival di teatro di figura

30 MARZO, ORE 21

Is Mascareddas
VENTI CONTRARI
Omaggio a Giuseppina e Albina Coroneo

Da un’idea di Donatella Pau
Regia: Karin Koller
Animazione: Donatella Pau, Cristina Papanikas
Musiche originali: Tomasella Calvisi
Progetto costumi e scene, scultura e pittura figure: Donatella Pau
Costruzione scene e figure: Antonio Murru, Donatella Pau, Fabio Atzeni
Aiuto sartoria: Alessandra Solla, Simona Cadeddu
Costumi animatori: Anna Sedda
Trottola: Manuel
Disegno luci: Loïc François Hamelin
Tecnico audio luci: Alessandro Venuto

In un paesaggio cittadino misero, brullo e polveroso, la vita scorre quasi per inerzia. Una piccola marionetta è appesa a pochi fili, e un’altra le sta accanto come per proteggerla, per non perderla. Le figure sono la riproduzione dei pupazzi-autoritratto di Giuseppina e Albina Coroneo. Insieme a loro appaiono otto personaggi ispirati ad altrettanti pupazzi che le artiste cagliaritane costruirono dal secondo dopo guerra fino agli anni Settanta del secolo scorso e che la compagnia Is Mascareddas fa rivivere a teatro.

I pupazzi raccontano con prepotente realismo la condizione umana dopo una catastrofe, una guerra. La vita in questo brandello di città è resa in frantumi difficili da sgombrare, perché i ricordi sono li e pesano come macigni. Via via che scrutiamo nell’intimità di questo paesaggio, incontriamo diverse anime perse in un tempo ormai indefinibile; uno spazzino, che tenta invano di cancellare i ricordi spazzando la strada, ma i ricordi, si sa, se sono ferite, non è semplice spazzarli via.

Una prostituta agita un fazzoletto rosso sperando che si avvicini un cliente, ma il suo corpo da vecchia non può attrarre più nessuno. Un uomo vorrebbe avvicinarsi, ma è prigioniero del peso della sua vita, agita una mano ma non può far di più. Il vento soffia in senso contrario su tutti gli abitanti di questa piccola città, ma la forza dei personaggi è altrettanto ostinata e contraria rispetto al vento.

Ognuno di loro, teneri e fragili vecchi sopravvissuti all`usura delle carni e delle anime - continua a fare le stesse semplici cose alle quali ha dedicato tutta l`esistenza, tentando di riprendersi la vita, ma il dopo è sempre più difficile da ricostruire.
Lo spettatore è accompagnato in un percorso di piccole scene guidato dalla regia di Karin Koller: i minimi movimenti delle figure, animate a vista da Donatella Pau e Cristina Papanikas, si fondono in perfetta sincronia con le "identità sonore" e le musiche create dalla voce della cantante Tomasella Calvisi e con le uci disegnate da Loïc Hamelin.
Altri
Dal 16 al 17 Novembre
SHAKESPEARE TRADITO
Parte la rassegna di teatro contemporaneo. Tre atti uni...
Vedi
14 Dicembre
CORPO DI STATO
Marco Baliani riporta in scena uno spettacolo che 20 an...
Vedi
Dal 12 al 13 Gennaio
TESSERACT – CIRCO IN EQUILIBRIO
Per la prima volta a Parma il funambolo madrileno Nacho...
Vedi
26 Gennaio
MACBETTU
Spettacolo rivelazione del 2017 e Premio Ubu come migli...
Vedi
9 Febbraio
COUS COUS KLAN
In un futuro prossimo, in una terra desolata di roulott...
Vedi
15 Febbraio
OVERLOAD
Il sovraccarico a cui rimanda il titolo del nuovo spett...
Vedi
8 Marzo
R.OSA
Il corpo come fonte di ironia, di libertà, di umorismo...
Vedi
23 Marzo
BIRDIE
Vedi
29 Marzo
INVISIBLE LANDS (TERRE INVISIBILI)
Vedi
6 Aprile
L’ABISSO
Davide Enia torna a raccontare il presente con il suo l...
Vedi
13 Aprile
UN ESCHIMESE IN AMAZZONIA
Un eschimese in Amazzonia trasferisce la complessità d...
Vedi
betist tipobet365 giris tipobet365