Teatro delle Briciole
Informazioni
Teatro al Parco
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Parco Ducale 1,
43100 Parma (IT)
AGENDA
MAY DAYS 2019
Dal 2 al 5 maggio, con un`anteprima il 17 aprile, tanti appuntamenti per la terza edizione della ...
Appuntamenti in agenda (3)
PRODUZIONI
VAI AL CATALOGO ONLINE
Découvrez tous les productions du Teatro delle Briciole...
Tutte le Produzioni
FORMAZIONE
STATI TEATRALI
Laboratori di pratica teatrale a cura di Elisa Cuppini e Savino Paparella
15 Febbraio - 21:00 h.
TEATRO AL PARCO
OVERLOAD
Premio Ubu 2018 come spettacolo dell`anno. Il sovraccarico a cui rimanda il titolo del nuovo spettacolo di Sotterraneo è l’esperienza quotidiana del vivere nel tempo delle distrazioni di massa e delle mutazioni digitali, intorno a cui gli artisti fiorentini costruiscono uno dei loro ironici e beffardi “giochi” di interazione con gli spettatori. Il discorso continuamente interrotto delle nostre vite si traduce così in un esplosivo esperimento tra i performer e il pubblico, in una sfida irriverente su un tema centrale del nostro tempo: mantenere la concentrazione o lasciarsi distrarre da un link?

Altre Lingue:     

15 FEBBRAIO, ORE 21
Sotterraneo
OVERLOAD     

Premio Ubu 2018 "Spettacolo dell`anno"

concept e regia Sotterraneo
in scena Sara Bonaventura, Claudio Cirri, Lorenza
Guerrini, Daniele Pennati, Giulio Santolini
scrittura Daniele Villa
luci Marco Santambrogio
costumi Laura Dondoli
sound design Mattia Tuliozi
props Francesco Silei
grafica Isabella Ahmadzadeh
promozione internazionale Giulia Messia

produzione Sotterraneo
coproduzione Teatro Nacional D. Maria II nell’ambito
di APAP - Performing Europe 2020, Programma Europa
Creativa dell’Unione Europea

Dopo lo spettacolo la compagnia incontra il pubblico, conduce Roberta Gandolfi, docente dell’Università di Parma.

Fra distrazioni di massa e mutazioni digitali, ci muoviamo immersi in un ambiente aumentato dai media. Sovrastimolati dalle informazioni, viviamo in uno stato di allerta continua che gli antichi conoscevano solo in battaglia. Il rumore di fondo cresce in tutto il pianeta. Non dovremmo forse fare più silenzio e scegliere a cosa prestare attenzione?

Overload è un esperimento di ipertesto teatrale: a partire da un discorso centrale, i performer offrono continuamente dei collegamenti a contenuti nascosti che innescano possibili azioni e immagini. Il pubblico ha la facoltà di rifiutare i collegamenti e
continuare a seguire il discorso, oppure di attivarli, allontanandosi dal centro dello spettacolo e perdendosi in un labirinto di distrazioni, attraverso una rincorsa continua al frammento che è molto simile alla nostra esperienza quotidiana.

A condurre il discorso al centro di tutto è lo scrittore americano David Foster Wallace, autore che sentiamo vicino in molte delle sue ossessioni: il ruolo dei media nelle trasformazioni della società contemporanea, l’industria dell’entertainment e la sua pervasività, la capacità delle nuove tecnologie di frammentare la nostra esperienza e disabituarci alla profondità. Al tempo stesso però Wallace è autore di opere labirinto, sovraccariche quanto divertenti, in cui il lettore si smarrisce e incanta, in cui lunghissime note a piè di pagina e diagrammi di flusso creano un’esperienza di fruizione orizzontale che ci trasmette la sensazione di aver perso il senso compiuto della vicenda narrata.
Chi meglio di lui potrebbe esporre una riflessione sull’ecologia dell’attenzione a un pubblico che viene continuamente chiamato a distrarsi?

SOTTERRANEO FA PARTE DEL PROGETTO FIES FACTORY, DEL NETWORK EUROPEO APAP - PERFORMING EUROPE 2020 ED È RESIDENTE PRESSO L`ASSOCIAZIONE TEATRALE PISTOIESE