Teatro delle Briciole
Informazioni
Teatro al Parco
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Parco Ducale 1,
43100 Parma (IT)
RASSEGNE E FESTIVAL
Dal 5 Novembre al 26 Aprile
UN POSTO PER I RAGAZZI 18.19
Tutto il programma della nuova stagione di teatro per le scuole
PRODUZIONI
VAI AL CATALOGO ONLINE
Découvrez tous les productions du Teatro delle Briciole...
Tutte le Produzioni
FORMAZIONE
STATI TEATRALI
Laboratori di pratica teatrale a cura di Elisa Cuppini e Savino Paparella
2 Maggio - 18:00 h.
TEATRO AL PARCO
QUANTO DISTA IL TEATRO?
Un libro che racconta una ricerca sul rapporto tra abitanti e teatro a Parma è presentato il 2 maggio al Teatro al Parco dalle ideatrici Flavia Armenzoni e Roberta Gandolfi in dialogo con il professor Luigi Allegri e il giornalista Antonio Mascolo
Altre Lingue:     

2 MAGGIO, ORE 18
Teatro al Parco, Parma

Presentazione del libro
QUANTO DISTA IL TEATRO?
Un’indagine sociopoetica tra spettatori e non spettatori a Parma
Edizioni Titivillus Mostre Editoria, 2018

Intervengono:
Flavia Armenzoni e Roberta Gandolfi, ideatrici della ricerca e del volume; 
Antonio Mascolo, giornalista;
Luigi Allegri, docente di Discipline dello Spettacolo e direttore del CAPAS; 
Marco Deriu e Vincenza Pellegrino,  docenti di Sociologia. 
 
Ai cittadini  che hanno partecipato all’indagine raccontata nel libro, in occasione dell`incontro verrà donata una copia del volume.

Segue aperitivo
Ingresso libero

***

Quanto dista il teatro? Un’indagine socio poetica tra spettatori e non spettatori a Parma,  appena uscito per le edizioni Titivillus, racconta  gli esiti di una ricerca  svolta fra gli abitanti della nostra città, per capire come oggi si pensa e ci si immagina il teatro,  con particolare attenzione a chi a teatro non va e se ne tiene distante.

Studi e ricerche vengono più frequentemente orientate a tracciare il profilo dei pubblici della cultura, mentre più raro è il tentativo di farsi un’idea su chi rimane fuori dall’esperienza culturale. Questa indagine, proprio perché si vuole rivolta a un interlocutore poco o nulla studiato, ha richiesto un approccio particolare: informale, creativo, volto a un ascolto diretto, informato a metodi non consueti e a diverse tecniche  ludico-relazionali. Così è nata l’idea di concepire un’indagine sociopoetica.

Il libro ha natura polifonica: racconta la ricerca compiuta, registra e restituisce come un sismografo le voci raccolte e ne propone alcune letture; poi le mette a confronto con il “demone del pubblico” che abita chi il teatro lo fa, lo produce, lo cura e lo promuove (artisti, operatori, studiosi). Il volume vuole contribuire a ripensare la fruizione e la partecipazione culturale delle nostre città; si rivolge alla comunità tutta, quella cittadina e quella nazionale, nella convinzione che ognuno di noi, spettatori e non spettatori, ci si possa riconoscere gli uni negli altri.

____________________________
QUANTO DISTA IL TEATRO?
Un’indagine sociopoetica tra spettatori e non spettatori a Parma 
Edizioni Titivillus Mostre Editoria, 2018
A cura di Roberta Gandolfi
Prefazione di Michele Guerra
Note e racconti di cittadine e cittadini
Scritti di Flavia Armenzoni, Marco Baliani, Babilonia Teatri, Silvia Bottiroli, Angela Demattè, Marco Deriu, Elena Di Gioia, Lorenzo Donati

Il libro è stato pubblicato con il contributo del Dipartimento di Discipline Umanistiche Sociali e delle Imprese Culturali - DUSIC dell’Università di Parma.