Cinema
Informazioni
Cinema Edison
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Largo Otto Marzo, 9/a
43100 Parma (IT)
10 Novembre - 21:15 h.
LIBERAMI
Anteprima del documentario di Federica Di Giacomo dedicato agli esorcismi in Sicilia e premiato alla Mostra di Venezia
Altre Lingue:     

Mostra di Venezia, immaginativi la sorpresa di pubblico, giuria e addetti ai lavori quando nella sala da 1.600 posti esaurita parte un documentario sugli esorcismi in Sicilia. È stata questa: sconcerto iniziale, poi un sacco di risate quando parte la sfilata di gente che chiede esorcismi per il figlio che non fa i compiti e il marito che ha la iattura. Altra reazione, quella del presidente di giuria Robert Guediguian: premio “Orizzonti” come miglior film nella sezione più sperimentale della Mostra, nonché unico premio italiano del festival.

È il piccolo miracolo di LIBERAMI di Federica Di Giacomo, un documentario dal ritmo narrativo serrato che avrà un`anteprima al cinema Edison d`essai giovedì 10 novembre alle 21.15 nell`ambito della rassegna “riusciranno i nostri eroi” in collaborazione con FICE Emilia Romagna.

Il premio Orizzonti segue quelli andati negli anni precedenti a film importanti come The Childhood of a Leader, Theeb (poi nominato all`Oscar), Still Life e ai film del grande Wang Bing. Il tema geniale dell`esorcismo nel mondo contemporaneo diventa la chiave per guardare alla nostra società, alla debolezza che spinge a parlare di possessione demoniaca per ogni incertezza della vita, alla credenza sorda e a un modo esasperato, irrazionale, di vivere la fede. La Chiesa risponde nominando un numero crescente di preti esorcisti ed organizzando corsi di formazione. Tra questi, Padre Cataldo è un veterano, uno degli esorcisti più ricercati in Sicilia e non solo, celebre per il carattere combattivo ed instancabile. Ogni martedì Gloria, Enrico, Anna e Giulia seguono, insieme a tantissimi altri, la messa di liberazione di padre Cataldo e cercano la cura ad un disagio che non trova risposte né etichette. LIBERAMI è la storia dell`incontro fra la pratica esorcista e la vita quotidiana dove i contrasti tra antico e contemporaneo, religioso e profano, risultano a tratti inquietanti a tratti esilaranti.

Un film non sulla religione, quindi, ma su come la religione può essere vissuta. La macchina da presa della Di Giacomo segue tutto con una freddezza linguistica che non imponi commenti da parte dell`autore e sprigiona tutta la comicità involontaria delle situazioni.

Contrariamente a quanto segnalato, Federica non parteciperà al tour emiliano e non sarà quindi presente nemmeno con noi all`Edison a causa di un`ifluenza. peccato