Cinema
Informazioni
Cinema Edison
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Largo Otto Marzo, 9/a
43100 Parma (IT)
AD ANDREA GAMBETTA IL PREMIO GINO AGOSTINI. CINEMA E DEMOCRAZIA
Il presidente di Solares Fondazione delle Arti ha ricevuto dal direttore della Cineteca di Bologna Gian Luca Farinelli il riconoscimento intitolato al comandante partigiano e grande esercente, distributore e produttore bolognese
Altre Lingue:     

PARMA - Andrea Gambetta, Presidente di Solares Fondazione delle Arti, ha ricevuto dal direttore della Cineteca di Bologna, Gian Luca Farinelli,  il Premio Gino Agostini. Cinema e democrazia, un riconoscimento istituito per ricordare la figura di Gino Agostini, comandante partigiano e, dal dopoguerra in poi, grande esercente, distributore e produttore cinematografico bolognese, scomparso otto anni fa, al quale deve la sua esistenza tanto del nostro cinema d`autore: dai fratelli Taviani a Valentino Orsini, da Giuliano Montaldo a Pier Paolo Pasolini, da Ettore Scola al primo Nanni Moretti.
Promosso dalla Fondazione Duemila e dalla Casa dei Pensieri, in collaborazione con la Cineteca di Bologna, il premio è nato con lo scopo di indicare oggi i protagonisti di quel cinema democratico tanto amato e sempre sostenuto dallo stesso Agostini. E` andato quindi a riconoscere il percorso e la caparbietà che ha portato Andrea Gambetta con la sua Fondazione Solares a realizzare un documentario come “Il Sale delle Terra”, con la regia di Wim Wenders, ispirato alla figura del grande fotografo Sebastião Salgado: un film che ha superato le reticenze dei produttori e dei distributori italiani e trasformato il progetto in una co-produzione internazionale, per essere poi premiato al Festival del Cinema di Cannes, fino conquistare poi la nomination all’Oscar come Miglior Documentario a Los Angeles.
Un riconoscimento è andato in questa prima edizione anche a Valerio Carocci e all`esperienza del Cinema America di Roma per aver saputo coinvolgere centinaia di ragazzi, ampliando e rinnovando così il senso della visione collettiva del film nelle nuove generazioni.