Cinema
Informazioni
Cinema Edison
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Largo Otto Marzo, 9/a
43100 Parma (IT)
Dal 24 Dicembre al 2 Gennaio
STORIE PAZZESCHE
Il film argentino prodotto da Pedro Almodovar in programmazione ogni giorno durante la settimana di natale e a capodanno, sia in versione italiana che in versione originale spagnola con sottotitoli in italiano
Altre Lingue:     

STORIE PAZZESCHE del regista argentino Damián Szifron è il film di natale in programmazione al cinema Edison. Un`opera di genere che mischia commedia e thriller, ma soprattuto un film d`autore entrato nella short list dei candidati all`Oscar per il miglior film straniero. Di seguito tutti gli orari della settimana, con particolare attenzione alle due versioni, dato che "Storie pazzesche viene proiettato ogni giorno sia in lingua originale con sottotitoli che in versione doppiata in italiano. Per comodità riportiamo anche gli orari dell`altro titolo in programmazione, "Doraemon", scelto per venire al cinema anche con i bambini.

giovedì 1 gennaio

18.30 STORIE PAZZESCHE (in spagnolo con sottotitoli in italiano)

21.15 STORIE PAZZESCHE (in versione italiana)


venerdì 2 gennaio

21.15 STORIE PAZZESCHE (in versione italiana)


"Possiamo tutti perdere il controllo."

Le ineguaglianze, l’ingiustizia e le pressioni del mondo in cui viviamo generano stress e depressione in molte persone. Alcune, però, esplodono. Questo film parla di loro.

Vulnerabili di fronte a una realtà che cambia continuamente che all’improvviso può diventare imprevedibile, i protagonisti di STORIE PAZZESCHE oltrepassano il sottile confine tra civiltà e barbarie. Il tradimento di un marito, il ritorno a un passato sepolto e la violenza che si insinua negli incontri di tutti i giorni, portano alla follia i personaggi del film, che si abbandonano all’innegabile piacere della perdita del controllo.

NOTE DI REGIA

"Le storie di questo film sono frutto dell’immaginazione più sfrenata. Mentre lavoravo ad altri progetti ��" spesso scoraggiato dal fatto che sembravano impossibili da realizzare ��" ho cominciato a scrivere una serie di racconti per dare libero sfogo alle mie frustrazioni. Quando li ho raccolti in un volume, mi sono reso conto che erano legati da alcuni temi comuni: parlavano tutti di catarsi, vendetta e distruzione. E dell’innegabile piacere di perdere il controllo.

Spesso penso alla società capitalista occidentale come a una specie di gabbia trasparente che ci rende insensibili e distorce i nostri rapporti con gli altri. Questo film racconta le storie di alcuni individui che vivono dentro questa gabbia senza esserne consapevoli. E quando arrivano al punto di rottura, anziché reprimersi ��" o deprimersi ��" come facciamo quasi tutti, partono in quarta senza riuscire più a fermarsi.

Questo progetto involontario si è concretizzato così rapidamente che è balzato in cima alla lista delle mie priorità, e ha trovato la strada giusta per entrare in produzione.

Raccontare storie diverse è stata un’esperienza liberatoria per me, perché mi ha fatto riscoprire il mio amore per la lettura. Me lo ricordo come fosse ieri, il giorno in cui nella biblioteca di famiglia ho scoperto una serie di antologie che hanno subito attirato la mia attenzione: I racconti dei maestri del crimine, I racconti dei maestri del mistero, I racconti dei maestri del terrore. Più tardi sarebbero venuti Storie incredibili (la serie tv prodotta da Steven Spielberg), New York Stories (il film a episodi, diretto da Martin Scorsese, Francis Ford Coppola e Woody Allen) e Nove storie di J.D. Salinger. Tutte queste opere hanno lasciato un segno profondo nella mia coscienza, alimentando la mia passione per la sperimentazione e per la libertà creativa. "

Damián Szifron