Teatro delle Briciole
Informazioni
Teatro al Parco
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Parco Ducale 1,
43100 Parma (IT)
AGENDA
TEATRO, LE PRODUZIONI 2021/2022
Sono otto le nuove creazioni in catalogo, tra produzioni e coproduzioni, firmate da Maurizio Berc...
Appuntamenti in agenda (2)
RASSEGNE E FESTIVAL
Dal 22 Ottobre al 31 Ottobre
LA RADICALITA` GENTILE
Spettacoli, visite guidate, mostre, un convegno. E` un`immersione nel teatro di figura la rasse...
Tutte le rassegne e festival (2)
Dal 8 al 28 Maggio  - 21:15 h.
CINEMA EDISON D'ESSAI
LOCKE
Nuove date in versione inglese e italiana. Il film record di applausi alla Mostra del Cinema di Venezia. L`opera seconda del nuovo talento del cinema britannico Steven Knight. Un uomo sull`orlo di una svolta decisiva della sua vita
Altre Lingue:     
8 maggio, ore 21.15 lingua inglese con sottotitoli italiani
15 maggio ore 21.15 lingua inglese con sottotitoli italiani
16 maggio, ore 21.15 lingua italiana
17 maggio, ore 20 e 22 lingua italiana 
18 maggio, ore 19 e 21.15 lingua italiana
21, 22, 23, 28 maggio, ore 21.15, lingua inglese con sottotitoli italiani
24, 25 maggio, ore 21.15, lingua italiana

Anteprima
LOCKE
(Usa 2013, 85 minuti)
regia di Steven Knight

8 e 15 maggio: biglietto 3 €  in occasione della Festa del Cinema

Prima del film, proiezione del cortometraggio "Last meter" di Federico Rodelli

Il film - girato in tempo reale per 90 minuti - racconta la storia di un uomo, Ivan Locke, con una famiglia perfetta, un lavoro da sogno e un domani che dovrebbe coronare il momento culminante della sua carriera. Ma una telefonata lo obbligherà a prendere una decisione che metterà tutto a rischio, dando vita a una tesissima corsa contro il tempo.

La struttura è quella di un kammerspiel ambientato nel vano claustrofobico di un auto diretta da Birmingham a Londra: alla guida Ivan Locke che durante l’intero tragitto non fa che dialogare via telefono con invisibili interlocutori. La tesa drammaturgia del film è imbastita sull’intreccio di queste conversazioni, ma non meno incisivo è il mobile gioco di angolature (tre camere digitali) sul viso di Locke che, pur sempre sotto controllo e senza alzare la voce, tradisce il profondo turbamento di un uomo sul crinale di una svolta esistenziale decisiva.
Alessandra Levantesi Kezich, La Stampa