Teatro delle Briciole
Informazioni
Teatro al Parco
Pianta
Biglietteria
Contatti
Come raggiungerci
Parco Ducale 1,
43100 Parma (IT)
AGENDA
Dal 8 al 9 Ottobre
POUR LE MEILLEUR E POUR LE PIRE
Un vortice di numeri circensi, al servizio di un racconto intenso ed emozionante, tra giochi aere...
Appuntamenti in agenda (5)
RASSEGNE E FESTIVAL
Dal 1 Ottobre al 19 Dicembre
STAGIONE OTTOBRE - DICEMBRE 2021
Teatro di figura, circo, prosa, danza. La nuova stagione del Teatro delle Briciole unisce con n...
Tutte le rassegne e festival (1)
26 Marzo - 21:15 h.
CINEMA EDISON D'ESSAI
FRUITVALE STATION
Premiato dalla regia e dal pubblico al Sundance, l`esordio di Ryan Coogler racconta la storia vera di Oscar Grant, 22enne ucciso nel 2008 dalla polizia di San Francisco. Una storia di ordinario razzismo che lascia il segno.
Altre Lingue:     
26 marzo ore 21.15

FRUITVALE STATION
Regia: Ryan Coogler 
Con: Chad Michael Murray - Kevin Durand - Michael B. Jordan - Octavia Spencer - Melonie Diaz - Ahna O`Reilly - Richie Stephens - Ariana Neal - Mahal Montoya - Tressa Ohler Anno: 2013, durata: 90 minuti

La storia vera di Oscar, un ragazzo di 22 anni che vive nella Bay Area: un giorno si sveglia, è la mattina del 31 dicembre 2008, e sente qualcosa nell’aria. Non è sicuro di cosa sia, ma lo prende come un segno per migliorare alcune cose: essere un figlio migliore per sua madre, che compie gli anni proprio la vigilia di capodanno; essere un fidanzato migliore per la sua ragazza, con la quale non è stato del tutto onesto di recente; ed essere un padre migliore per T, la loro bellissima figlia di 4 anni. Tutto inizia bene, ma mentre la giornata va avanti, capisce che i cambiamenti non arriveranno in modo così semplice. Incrocia nel cammino vari amici, famigliari e sconosciuti, ed ogni incontro ci mostra come in Oscar ci sia di più oltre all’apparenza. Ma sarà l’ultimo incontro della giornata, con gli agenti di polizia alla stazione di Fruitvale BART, che scuoterà la Bay Area nel profondo, e farà sì che l’intera nazione sia testimone della storia di Oscar Grant.

"La mattina del 31 dicembre 2008 Oscar Grant, ventiduenne di San Francisco, si prepara a festeggiare in contemporanea il compleanno della madre e il Capodanno. Ha precedenti per spaccio ma è un bravo giovane, che ama la mamma, la fidanzata e la figlia di quattro anni. Malgrado gli sia stato tolto il lavoro Oscar vuole aver fiducia nel futuro. Lo spettatore, però, sa già che un futuro, per lui, non c’è: nella sequenza iniziale gli è stato mostrato il video ripreso al cellulare della sua uccisione, avvenuta alla stazione di Fruitvale dopo una rissa in metropolitana. Ha sparato un agente; Oscar era disarmato. Basato su un fatto reale, il debutto alla regia di Ryan Coogler è stato premiato dalla giuria e dal pubblico al Sundance. Parzialmente girato in super-16mm. per dare un senso di verità, il film non si vieta tuttavia l’approccio emotivo alla materia. Però lo fa a buon diritto, ottenendo un grosso effetto sullo spettatore. Che, questa volta, non prova solo indignazione per un episodio di folle razzismo; ma anche perché, lungo la via, ha imparato a voler bene allo sfortunato ragazzo".
ROBERTO NEPOTI, LA REPUBBLICA